Il cancro alla prostata è il 4 ° grado di metastasi come dal vivo

Dolore addominale nel cancro alla prostata

Il cancro della prostata è una neoplasia maligna che si sviluppa dalle cellule epiteliali ghiandolari. Ogni anno in tutto il mondo si registra un aumento significativo dell'incidenza. Tra le patologie tumorali in molti paesi, ha quasi raggiunto il terzo posto in termini di prevalenza, seconda solo al cancro del Il cancro alla prostata è il 4 ° grado di metastasi come dal vivo e al tratto gastrointestinale. Approssimativamente per ogni quinto paziente con cancro alla prostata, il processo si conclude Il cancro alla prostata è il 4 ° grado di metastasi come dal vivo un esito fatale.

Appaiono nelle fasi successive della progressione del cancro alla prostata e sono rappresentati da quanto segue:. Uno dei pericoli posti da un tumore maligno è il processo di metastasi movimento delle cellule tumorali lungo il sangue o vasi linfatici verso altri organi e tessuti.

Questi possono essere linfonodi regionali o strutture distanti. I linfonodi Il cancro alla prostata è il 4 ° grado di metastasi come dal vivo in questo caso sono quelli che si trovano nella cavità pelvica al di sotto della divisione dell'arteria iliaca comune nei rami destro e sinistro. Le metastasi a distanza più spesso interessano il tessuto osseo, meno spesso - un collo vescicale, un intestino crasso, polmoni, cervello, pelle, fegato e qualsiasi altro gruppo di linfonodi.

Soffrirà anche la funzione dell'organo colpito. Se si tratta di un fegato, ci saranno segni di insufficienza epatica, alterato metabolismo della bilirubina, sintesi di molti importanti composti, compresi i fattori di coagulazione del sangue.

Le metastasi cerebrali causano vertigini, mal di testa intenso, perdita di memoria, concentrazione, visione offuscata, svenimento. Il carcinoma della prostata con metastasi nelle ossa del midollo spinale è caratterizzato da dolore, deformità delle vertebre, sintomi di compressione del midollo spinale. Metastasi nelle ossa del bacino - la patologia più comune, con ogni probabilità, a causa della loro vicinanza.

Meno comune è la sconfitta delle ossa della coscia. La principale manifestazione clinica della patologia è una forte sindrome del dolore. Con il progredire della malattia, le cellule vengono distrutte, le loro architetture sono disturbate e le ossa diventano fragili, soggette a fratture patologiche.

La metastasi nella localizzazione del cancro alla prostata nella colonna vertebrale e nelle ossa si trova più spesso durante la scintigrafia dello scheletro. L'osteo-scintigrafia si basa sull'introduzione nel corpo di una speciale preparazione farmaceutica in esame contenente radioisotopi marcati, con successiva osservazione della sua distribuzione e accumulo nelle ossa.

Lo studio prevede anche l'introduzione Il cancro alla prostata è il 4 ° grado di metastasi come dal vivo un paziente radiofarmaceutico. Il metodo si distingue per alta precisione e informazioni.

A volte, quando è impossibile eseguire esami precedenti, viene utilizzata la risonanza magnetica RM della colonna vertebrale, del bacino, dell'anca o di tutto il corpo.

Ad esempio, un aumento dell'attività della fosfatasi alcalina plasmatica è rilevato nella maggior parte dei pazienti. La metastasi per la localizzazione del cancro alla prostata nel tessuto osseo richiede un trattamento lungo e complesso.

Più spesso usato in combinazione con terapia ormonale. Nel trattamento dei metodi di radiazione, il corpo di un uomo riceve una certa dose di radiazioni ionizzanti, mirate specificamente alla zona interessata. Nel trattamento del metodo di radiazione possibile recupero completo del paziente. In questo caso, il trattamento chirurgico di solito non viene eseguito. La durata della radioterapia è di almeno 1, mesi o più. Tra i principali inconvenienti c'è il danno ionizzante alle cellule sane dei tessuti adiacenti.

Inoltre, possono verificarsi possibili complicazioni sotto forma di incontinenza urinaria, disfunzione erettile, diarrea, ematuria, stenosi uretrale, sanguinamento rettale. La terapia ormonale, come metodo indipendente, non viene praticamente utilizzata. Di solito è combinato con la rimozione chirurgica radicale del tumore o il trattamento con radiazioni. Lo scopo principale dell'impatto di questa tecnica è di ridurre il più possibile l'ormone maschile testosterone nelle cellule della prostata.

Tuttavia, alcuni farmaci possono influenzare i testicoli e interrompere la produzione di testosterone, ma in questo caso la sua concentrazione nel plasma sanguigno diminuisce. Altri riducono il suo livello solo nella ghiandola prostatica, senza influenzare il contenuto totale nel siero. Nel cancro metastatico, gli antiandrogeni sono più spesso prescritti nella massima modalità di blocco androgeno.

Tra gli effetti collaterali ci sono nausea, vomito, anemia, disfunzione epatica, ridotta potenza, ginecomastia. A volte i pazienti con cancro metastatico sviluppano resistenza agli effetti dei farmaci ormonali, e quindi la maggior parte degli specialisti ricorre alla chemioterapia. Oggi, la linea di trattamento generalmente accettata è citostatica, bloccando la crescita e lo sviluppo delle cellule tumorali.

I farmaci più studiati e usati in questo settore sono Taxotere docetaxelcabazitaxel. La chemioterapia è indicata per i pazienti con metastasi sia clinicamente manifeste sintomatiche che asintomatiche. I farmaci chemioterapici vengono prescritti in base alla risposta dell'organismo alla precedente somministrazione, alla presenza di dolore, ai livelli di PSA e ad altre caratteristiche. Il trattamento chirurgico prevede la completa rimozione della prostata con le vescicole seminali e la parte adiacente dell'uretra.

Solitamente utilizzato in individui con prognosi favorevole aspettativa di vita superiore a 10 anni. Il tipo più comune di intervento chirurgico è l'adenomectamia radicale posadilone, insieme alla rimozione bilaterale dei linfonodi pelvici. La prognosi è determinata dallo stadio della malattia, dal livello di PSA, dalla differenziazione del tumore stesso e dalla presenza di metastasi. Dopo aver confermato la diagnosi di cancro alla prostata nella fase di metastasi, la durata media fino all'inizio della progressione della malattia nelle condizioni di trattamento è di anni.

Con lo sviluppo di un tumore resistente agli ormoni con un'ulteriore alta attività del processo, il tasso di sopravvivenza è inferiore a 12 mesi. Sullo sfondo della chemioterapia nelle persone senza sintomi, il periodo di sopravvivenza è mesi, mentre nei pazienti con sintomi clinici di metastasi ossee - fino a 14 mesi.

La metastasi nel carcinoma della prostata è il risultato del processo di diffusione di un tumore maligno a organi distanti. Esistono diversi modi per metastatizzare:. Da dove viene la metastasi della ghiandola prostatica?

All'inizio del processo tumorale, la metastasi entra con il flusso sanguigno ai testicoli e attraverso i vasi linfatici ai linfonodi del collo vescicale.

Questo è caratteristico del cancro di terzo grado. Le Il cancro alla prostata è il 4 ° grado di metastasi come dal vivo metastasi nel cancro alla prostata si trovano nel fegato e nelle ossa.

Meno comunemente, il cancro alla prostata si metastatizza ad altri organi. Queste sono le metastasi più frequentemente rilevate. Il cancro metastatico è sempre un tumore del terzo o quarto stadio.

Poco più della metà dei casi sono lesioni spinali nelle regioni lombare e toracica, meno spesso si riscontrano foci nelle ossa della pelvi o della coscia. Allo stesso tempo, compaiono dolori intensi, che i pazienti spesso scambiano per osteocondrosi e trattano indipendentemente i farmaci antinfiammatori.

Il dolore nel cancro alla prostata è intenso, non alleviato dagli analgesici. Compressione dei corpi vertebrali, una diminuzione della loro mobilità sono caratteristiche delle metastasi nella colonna vertebrale, intorpidimento e parestesia Il cancro alla prostata è il 4 ° grado di metastasi come dal vivo estremità, alterazione delle feci e della minzione e vari disturbi compaiono durante la compressione delle radici nervose. Per diagnosticare è necessario iniziare con un esame a raggi X della colonna vertebrale e delle ossa.

Se è difficile da diagnosticare, conduci ulteriore tomografia. Le fotografie mostreranno perdita ossea e fuochi di metastasi. Il cancro alla prostata spesso metastatizza l'osso. Con le metastasi nelle ossa femorali o pelviche, si verifica la loro distruzione, l'andatura del paziente cambia e, a causa del dolore, i movimenti diventano quasi impossibili.

La distruzione del tessuto osseo porta a compromissione della sensibilità e del movimento delle gambe. Il dolore nel carcinoma della prostata metastatico si presenta spesso durante la notte. Con la distruzione del tessuto osseo nel sangue aumenta il livello di calcio. Allo stesso tempo ci sono violazioni del sistema cardiovascolare. Possono verificarsi vari disturbi del ritmo e della conduzione.

A causa di un eccesso di calcio, si verificano spesso sintomi dispeptici e costipazione. Dopo metastasi ossee, la rilevazione delle lesioni nel fegato è seconda nella frequenza. In questo caso, è possibile rilevare sia lesioni singole che multiple. Con i fuochi nell'intestino, le feci sono rotte, compare la costipazione, potrebbe esserci sangue nelle feci. Il tumore nei polmoni si manifesta con mancanza di respiro ed emottisi, la comparsa di cambiamenti durante l'esame fluorografico.

Le formazioni nel cervello sono manifestate da funzioni cerebrali compromesse, ci possono essere cambiamenti negli organi dell'udito e della vista, l'apparizione di un'andatura instabile o di una menomazione della memoria. All'esame, vengono rilevati i sintomi del cervello con sintomi focali, vengono rilevati i riflessi patologici.

Se è possibile rimuovere un tumore alla prostata, viene eseguita una prostatectomia radicale con rimozione completa dell'organo, dei linfonodi regionali e del tessuto adiposo. Sfortunatamente, il trattamento sintomatico diventa la terapia principale nella rilevazione di metastasi a distanza, poiché questo è già stato osservato nel cancro del terzo o quarto stadio.

Il trattamento di un tumore metastatico è spesso inefficace. In questo caso, la terapia ormonale è efficace. Quando un tumore della ghiandola prostatica aumenta il livello di androgeni nel sangue. L'uso di ormoni aiuta a sopprimere la loro attività. In assenza dell'effetto del trattamento ormonale, a volte viene eseguita la castrazione chirurgica - strangolamento testicolare. Spesso questo trattamento è usato negli anziani, quando altri trattamenti non aiutano.

Il trattamento ormonale è usato come metodo aggiuntivo, non serve mai come unico mezzo di terapia. Con i fuochi nel cervello, gli ormoni aiutano a ridurre la concentrazione e prevenire lo sviluppo di edema cerebrale. La radioterapia aiuterà a ridurre le dimensioni del tumore. È usato per irradiare il tumore principale prima dell'intervento chirurgico o come unico metodo, se il tumore non è operabile.

Le piccole metastasi possono quindi essere completamente rimosse. Tuttavia, la radioterapia ha molti effetti collaterali ed è scarsamente tollerata dai pazienti. Spesso, tale trattamento è prescritto a pazienti con metastasi al cervello. Le metastasi del fegato singolo possono essere rimosse chirurgicamente se si trovano sul bordo del fegato, lontano dai vasi principali e dal dotto biliare.

Con massicce metastasi, il trattamento chirurgico non Il cancro alla prostata è il 4 ° grado di metastasi come dal vivo utilizzato. Dai moderni metodi di trattamento chirurgico con intervento neurochirurgico o radiochirurgico. La chemioterapia per il cancro alla prostata viene spesso utilizzata in aggiunta al trattamento chirurgico e, se è impossibile rimuovere radicalmente il tumore, viene utilizzata come terapia principale.